top of page

Menopausa: la fine o un nuovo inizio?

Per ogni donna arriva un momento della vita in cui cessa la produzione ovarica cessa e con esso il periodo fertile. È in questo momento che inizia la menopausa.

In questa fase crolla la produzione degli estrogeni e progesterone .. ma non solo, il livello di tutti gli ormoni prodotti dal sistema endocrino diminuisce in modo determinante e sensibile: la tiroide, le ghiandole surrenali e l’ipofisi, lavorano meno.

Diminuiscono così anche la serotonina e la melatonina, importanti per la regolazione del ritmo sonno-veglia, gli androgeni (testosterone) che regolano la libido, e il DHEA (deidroepiandrosterone) fondamentale per il benessere fisico e mentale.

Per contro invece il nostro corpo in menopausa produce maggiormente, almeno nella prima fase, cortisolo e adrenalina: i cosiddetti “ormoni dello stress” che agendo sul sistema nervoso possono determinare momenti di crisi e disagio fisici ed emotivi.

I sintomi della menopausa più comuni:

vampate di calore,

sudorazione notturna,

cambiamenti di umore,

ottundimento cerebrale,

mal di testa,

sonno disturbato,

secchezza vaginale,

gonfiore

l’aumento di peso e l’aumento del grasso a livello addominale (aumentano in media da 2 a 5 kg durante l’entrata in menopausa)


Partendo dall'ultimo sintomi, ovvero l'aumento del peso e la difficoltà a dimagrire, bisogna specificare che a a quanto pare durante la menopausa aumenta l’insulinoresistenza e questo di sicuro non aiuta.


COSA PUOI FARE PER VIVERE SERENAMENTE QUESTA FASE?

  1. Arriva pronta!!! il passaggio alla menopausa non è netto e definito e non avviene all'improvviso. Il corpo della donna inizia a cambiare già dopo i 30 anni e la fase che precede il climaterio, detto perimenopausa, può durare anche 3-5-10 anni e questo varia da donna a donna. Di sicuro se sei normopeso, segui una dieta corretta e bilanciata e fai attività fisica costante, avrai meno difficoltà rispetto alle altre donne.

  2. Mangia low carb. I picchi glicemici peggiorano la situazione di insulinoresistenza, predispongono ad aumentare il grasso viscerale ed incrementano le vampate! Concentra i carboidrati complessi (di qualità e a ridotto contenuto di glutine) nella parte di giornata (colazione e pranzo) e ravvicinati all'attività fisica. Fai piatti unici in cui abbini i carboidrati ad una porzione di proteine e grassi buoni per limitare il carico glicemico ed avere più sazietà ed energia a lungo.

  3. Le proteine devono esserci ad ogni pasto. Aiuterà a mantenere e tonificare la massa muscolare e stimolare il metabolismo. Se le abbini ai carboidrati avrai più sazietà.

  4. Fai digiuno intermittente. Concentra il cibo in 8 ore, lasciandone 16 di digiuno (saltando la cena preferibilmente oppure la colazione).

  5. Evita alcool e limita la caffeina: stimolano le vampate.

  6. Elimina dolci, zucchero e limita molto i latticini. Limita anche i cereali raffinati e pane, prodotti da forno

  7. Fai attività fisica ma non solo aerobica. Fai allenamenti di forza e resistenza per stimolare la massa muscolare.

  8. Il riposo notturno è essenziale: aiuta a ridurre il cortisolo e la resistenza all’insulina.

  9. Abbina attività come Yoga, pilates e meditazione

  10. Integra con aminoacidi essenziali, collagene, vitamina D e spirulina





75 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page