top of page

Mangio per fame o per noia?

La fame vera compare a poco a poco. Non crea quella necessità urgente di essere soddisfatta.

La fame vera non si manifesta con smania di dolci: sei aperto a più scelte. Anche la verdura la soddisfa. E quando hai mangiato ti senti sazio e soddisfatto.


La fame emotiva.. per stanchezza, rabbia o noia compare all’improvviso. È impellente. Un tarlo fisso in testa. La fame per noia è selettiva su certi specifici cibi: dolci, chips, prodotti da forno, snack, cioccolata...

Puoi mangiare fino a sentirti scoppiare eppure non sei ancora sazio Nè soddisfatto.

Anzi: quando hai mangiato, invece di sentirti davvero meglio, finisci per sentirti pure in colpa.


Mangiare non è solo nutrirsi: è condivisione, serenità e piacere.

Tutto ciò non deve essere mai vanificato o vissuto con inadeguatezza: avere piacere dal cibo è una cosa sana e bella.

Ma tu lo sai... non provi certo piacere quando mangi per riempire i vuoti che nessun cibo può calmare .... Nè quando ti abbuffi di nascosto senza nemmeno sentire il gusto di ciò che ingurgiti.


Quando sei triste: piangi.

Quando sei stanco: riposa.

Quando sei annoiato: riempi il tempo con lo sport, una passeggiata all’aria aperta, un buon libro.

Se hai voglia di degustare un buon piatto, goderti un gelato artigianale o un buon bicchiere di vino: fallo e basta senza abusarne e senza sentirti in colpa.

Non c’è nulla di male ad utilizzare il cibo per trarne piacere: basta farlo con serenità e consapevolezza!!

Se vivrai quel momento di godimento come un tragico fallimento non avrai mai un rapporto equilibrato con il cibo!

27 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il cibo NON ha un valore morale

Il cibo non va un valore morale Eppure: GIUDICHIAMO noi stessi e gli altri dopo aver mangiato un certo tipo di alimento. Se segui una dieta puoi esser considerato “diligente” oppure “fissato”. Se non

Non fila tutto come vorresti?

"Nonna, cosa fai quando incontri un ostacolo sul tuo cammino?" "Indosso il mio abito migliore, quello delle feste. Pettino con cura i miei capelli, raddrizzo la mia schiena e spengo tutte le luci abba

Qui ed ora

Qui ed ora. Il passato ci rende ciò che siamo, il futuro è il progetto di essere migliori. Ma il PRESENTE? Siamo in un viaggio continuo “avanti e indietro”… legati ancora a quello che “avremmo dovuto

Comments


bottom of page